É pur sempre martedì: il singolo con Veronica Marchi

Ci sono delle amicizie che nascono quando non te lo aspetti. Arrivano che quasi non te ne accorgi, perché avviene tutto in modo così naturale da sembrare che sia un “da sempre”. Con Veronica Marchi, cantautrice e musicista come me, è andata così.

Ho visto Veronica la prima volta durante un contest per musicisti in spiaggia, il Deejay On Stage del 2018: io ero partita senza prenotare una stanza, ho sentito che lei aveva alloggio e mi sono autoinvitata per cambiarmi. Così, senza imbarazzi e troppe domande. L’empatia è stata immediata, le confidenze subito profonde. Da quel giorno non ci siamo più perse e un po’ alla volta ci siamo ritrovate a sentire la voglia di fare qualcosa insieme. Una canzone. Lo abbiamo deciso di martedì, l’abbiamo chiamata è pur sempre martedì e lanciamo il singolo di martedì.

In questo nostro pezzo raccontiamo le cose che abbiamo in comune: il numero 23, guerre che finiscono, comodini al mercato vintage, equilibri e stelle, partenze senza prenotare e dvd senza lettore. Sono pezzi che dicono di noi, alcuni di questi ve li raccontiamo di seguito, a due voci con Veronica.

 

Ti è mai successo di trovati in equilibrio con qualcuno?
Manuela | Trovare stabilità anche nei momenti che vanno su e giù, è così che mi piace raccontare l’equilibrio. La vita a volte va bene a volte meno, e noi non possiamo essere sempre uguali. Ecco l’equilibrio arriva qui: nell’essere noi stessi in questo vortice di emozioni, da soli e con l’altro. Come mi è successo con Veronica: la sua dolcezza e la sua grande fragilità, la sua coerenza e il suo essere onesta. Conoscerla è una continua scoperta.

Veronica | Il rapporto più difficile è quello con noi stessi. Per me l’equilibrio è qui, in un dialogo interiore tra fragilità e movimenti, dentro di noi. In Manuela ho incontrato una persona selvaggiamente sincera, con cui mi sento di essere me stessa sempre, e di avere un equilibrio in ogni momento.

 

Il ventitré lo porti bene
Manuela | Il 23 ottobre è il giorno in cui è nato il ritornello. è un numero che piaceva ad entrambe perché, in un gioco tra di noi, ci ricorda che è formato dal 2 e dal 3 che sommati danno cinque. Come le punte di una stella.

Veronica | Nella canzone il testo dice “il 23 lo porti bene” ed è un nostro modo di dire che c’è fiducia reciproca, è un brano di unione, perché il significato del ventitre è il divino che c’è dentro di noi.

 

Anniversari di guerre infinite
Veronica | Martedì è il giorno di Marte, è un giorno di guerra. Qui dalle nostre parti il martedì non ci si sposa e non si parte, bisogna stare fermi, e noi abbiamo voluto cambiare queste credenze. Con questa canzone è diventato il giorno del fare, di donne che uniscono le voci, di cose belle al femminile. Oggi per me martedì è Manuela.

Manuela | Martedì per me è il giorno in cui nasce qualcosa di nuovo, fine di un’era bellicosa: una guerra finita ed un nuovo inizio.

 

Oggi è martedì, oggi esce è pur sempre martedì, oggi siamo felici.

Buon ascolto anime belle. ❤️