#manuitinerante: Il primo tour

Cantare dal vivo e vedere davanti a me tante persone che ballano e si muovono è una cosa che mi emoziona sempre tanto. Così, quando la mia manager e grande amica Vanessa, mi ha proposto di organizzare dei live per presentare la mia musica è stato un sì ad occhi chiusi. Il nome del tour è venuto da sé: #manuitinerante. Abbiamo cominciato da Vicenza, la città in cui sono nata e cresciuta, e la prima tappa è stata itinerante in tre locali del centro storico. Siamo partiti da Julien per spostarci al Bar Astra da Mopi e concludere al Grottino in Piazza delle Erbe. La logistica in questi casi non è molto semplice. Ci sono gli strumenti e gli amplificatori da spostare tra gradini e strade chiuse e il contrabbasso, come potete immaginare, non è per niente leggero. Piccole difficoltà subito dimenticate con l’atmosfera magica che si è creata nei tre live.  Il pubblico si muoveva con noi, tutti a ritmo con una spilla a forma di cuore e tanti palloncini che volavano per le vie del centro durante gli spostamenti. #cuoriuniti quella sera non era solo un messaggio ma la forza vera di tutti i nostri cuori uniti sulle note delle mie canzoni. Il fonico merita una menzione perché ci ha fatto sempre trovare tutti i locali perfetti per la nostra musica. E poi un grazie enorme a Mopi del Bar Astra che ci ha fatto sentire a casa, prestandomi il suo rhodes, una vera emozione. Ci ha dimostrato quanto sia importante per lui la musica d’autore e il sostegno nei confronti di progetti emergenti. Pronti per il prossimo #manuitinerante?